10 modi per migliorare l’automazione del marketing nel 2015 – Parte I

Post_DE_080715

Molto è stato scritto su best practice, trend, approcci e tip da seguire durante quest’anno in ambito marketing. Cerchiamo di mettere ordine nel mare magnum di tutte le informazioni per pianificare, eseguire e gestire al meglio le nostre campagne marketing.

Da che parte tira il vento? Il Marketing Automation rappresenta un altro modo di utilizzo della tecnologia per il raggiungimento di obiettivi in ambito business, marketing e vendite. Mentre noi scriviamo e leggiamo, i tool per il Marketing Automation sono impegnati ad inviare messaggi. È possibile risparmiare tempo e risorse automatizzando molte operazioni, e andare a bersi un caffè in più.

Quali sono le aree di spesa maggiori in ambito marketing nel 2015?

Se state pianificando di automatizzare le vostre campagne o non siete soddisfatti dai vostri processi in atto, eccovi alcuni suggerimenti.

1- Capite il trend della personalizzazione: nel 2015 la strategia di marketing più efficace è quella di creare e fornire un’esperienza personalizzata ai propri clienti. La personalizzazione si riferisce ad ogni aspetto del marketing, andando dal messaggio, al contenuto, all’offerta, ai template, ai tempi fino alla comunicazione. Bisogna fornire alle persone ciò che stanno cercando, stando il più lontano possibile dallo spam. Strumenti di analytics o piattaforme di marketing intelligence possono aiutare a capire a cosa sono interessate le persone rispetto alla vostra offerta precedente, guardando attraverso i click sui link. Questi dati sono molto utili per la personalizzazione del messaggio.

2- Usate l’intelligence e create utenti persona: di recente LinkedIn ha pubblicato la lista degli skill più in voga nel 2014, dove l’analisi dei dati era ai primi posti, mentre la business intelligence era al sesto posto. Le campagne di marketing di successo si basano sull’intelligence, sugli user persona e sul rilevamento dei prospect. Senza ricerche di mercato, studi, sondaggi e tracciamento in tempo reale dei prospect è impossibile ottenere un ROI decente.

3- Investite in analytics: quando spendete un euro in analytics, ne salvate molti di più dallo spreco. La conoscenza e l’informazione assicurano l’adozione dell’approccio corretto, del canale giusto e di risultati migliori. Che sia una selezione di vendor, un retargeting, una campagna digital o un nuovo drip, guadagnate la massima conoscenza di quello che state facendo, del comportamento del mercato in generale, del comportamento generale di utenti, visitatori o prospect nei confronti del vostro brand, quindi agite con consapevolezza. Pianificate il messaggio giusto e inviatelo al momento giusto.

4- Ideate un piano di contenuti: è necessario ideare una strategia di contenuti per le campagne di direct marketing, per email, newsletter e altre comunicazioni dirette al cliente. La strategia deve definire Chi, Perché, Dove, Come e Quanto e Quanto spesso. Inoltre, bisogna tenere conto del mobile, dato che il 68% degli addetti ai lavori riconoscono che un design responsive è un fattore chiave nella decisione riguardante template landing page oppure email.

5- Integrate marketing e vendite: sapevate che il 40% dei responsabili vendite lamenta l’incapacità di integrazione con il marketing come il principale ostacolo al raggiungimento degli obiettivi di vendita? Ci sono piattaforme che offrono la possibilità di realizzare campagne marketing e vendite, ma quando si arriva all’integrazione falliscono. L’integrazione dell’email marketing con il marketing automation e i sistemi di CRM aumenta la probabilità di successo e fa risparmiare molto tempo.

Per oggi ci fermiamo qui, ma presto vi daremo gli altri 5 consigli.

[Continua…]

Share me: Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+